Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Registro online

Premessa

L'utilizzo del registro online è legato al processo di dematerializzazione della Pubblica amministrazione e prevede una documentazione costituita da file firmati digitalmente. Per link di approfondimento in materia, scendere a fondo pagina.

Browser

Per l'utilizzo del registro online è consigliata la navigazione con il browser Mozilla Firefox, cosa comunque importante per la navigazione in genere se usi ancora Win XP.
L’uso di altri browser web (explorer, opera, chrome, safari etc...) per il registro online non è controindicato, ma potrebbe dare luogo a problemi di carattere grafico e/o a problemi di carattere generale con l’uso, il ridimensionamento delle finestre e con le stampe.

 

Accesso per le famiglie

Per le famiglie l'utilizzo sarà possibile in seguito al ricevimento delle credenziali d'accesso che avverrà a partire dal 12 gennaio 2015.

Inizialmente ogni utente potrà solo

  • procedere alla personalizzazione delle credenziali
  • verificare la presenza delle schede dei propri figli
  • controllare la correttezza dei dati anagrafici inseriti.

Dal 13 febbraio 2015, terminati tutti gli scrutini di fine primo quadrimestre, sarà possibile scaricare il documento di valutazione; a partire dal termine degli scrutini del secondo quadrimestre sarà possibile accedere agli esiti finali.

È qui disponibile un estratto del manuale operativo (pdf 564KB) - versione aggiornata il 5 giugno 2015.

Ecco il link per accedere al servizio Argo ScuolaNext.

link al sito esterno argo

 

Accesso per i docenti

Per i docenti l'accesso prosegue come di consueto.
link al registro argo

 

Approfondimenti

Il processo di rinnovamento della pubblica amministrazione

  • è stato avviato dal punto di vista normativo con l'approvazione del Decreto legislativo n. 150/2009 che ha introdotto nella Pubblica Amministrazione principi di meritocrazia, premialità, trasparenza e responsabilizzazione dei dirigenti
  • ha per secondo pilastro il codice dell'amministrazione digitale (CAD), un corpo organico di disposizioni istituito con Decreto legislativo n. 235/2010 e in continua evoluzione, che presiede all'uso dell'informatica come strumento privilegiato nei rapporti tra la pubblica amministrazione e i cittadini italiani

Per favorire l’attuazione delle politiche governative in tema di innovazione e tecnologie è stata creata l’AgID (Agenzia per l’Italia Digitale), agenzia pubblica che persegue il massimo livello di innovazione tecnologica nell'organizzazione e nello sviluppo della pubblica amministrazione e al servizio dei cittadini e delle imprese, nel rispetto dei principi di legalità, imparzialità e trasparenza e secondo criteri di efficienza, economicità ed efficacia.

Sul sito dell’AgID è possibile trovare chiarimenti, indicazioni e approfondimenti.

Dematerializzazione

Con “dematerializzazione” si indica il progressivo incremento della gestione documentale informatizzata - all’interno delle strutture amministrative pubbliche e private - e la conseguente sostituzione dei supporti tradizionali della documentazione amministrativa in favore del documento informatico.

AgID e dematerializzazione

Firma digitale

La firma digitale consente di scambiare in rete documenti con piena validità legale. Possono dotarsi di firma digitale tutte le persone fisiche: cittadini, amministratori e dipendenti di società e pubbliche amministrazioni.
Un documento firmato digitalmente soddisfa le seguenti esigenze:

  • permette di verificare l'identità del mittente (autenticità);
  • il mittente non può disconoscere il documento firmato (non ripudio);
  • il destinatario non può inventare o modificare un documento firmato (integrità).

Nell'ordinamento giuridico italiano alla firma digitale si attribuisce efficacia probatoria, per cui è assolutamente equiparabile alla firma autografa.
Tipicamente i file firmati digitalmente sono riconoscibili dall'estensione .p7m, che dà evidenza a colpo d’occhio che il documento è stato firmato digitalmente.
Anche con estensione pdf è possibile avere alcuni file firmati digitalmente.

AgID e firma digitale

Come leggere un file firmato digitalmente?

Per poter consultare un file firmato digitalmente si può operare in vari modi, ma consigliamo di utilizzare un programma installato sul proprio computer. Uno tra i più comuni programmi è Dike, un software totalmente gratuito.

Il file firmato digitalmente va scaricato sul proprio computer e letto tramite l’apposito programma precedentemente installato e in grado di leggere i file p7m e di verificarne così i dati del firmatario.

Le versioni 9, X e successive di Acrobat Professional e Adobe Reader possono essere personalizzate per gestire automaticamente l’aggiornamento dei certificati usati dai certificatori di firma accreditati in Italia. Adobe mette gratuitamente a disposizione uno strumento aggiuntivo (add-on) per la verifica della firma digitale con Adobe Acrobat e Reader.

AgID e software di verifica

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.56 del 21/06/2017 agg.15/08/2017

Grazie a Nadia Caprotti, Mario Varini, Paolo Bozzo, Maxx Berni, Pietro Cappai e a tutti i Maestri di Porte Aperte sul web.